Video sul canale

sabato 8 luglio 2017

Recensione "Il vangelo proibito" di David Gibbins

Titolo: Il vangelo proibito
Autore: David Gibbins
Editore: Newton Compton
Pagine: 379
Anno: 2014


Trama


Al largo della costa siciliana Jack Howard, un archeologo di fama mondiale, e il suo inseparabile collega Costas Kazantzakis sono impegnati in un'immersione subacquea alla ricerca di un antico relitto, la nave che due millenni fa portò san Paolo a Roma. Nel frattempo nella villa dei Papiri a Ercolano una scossa di terremoto apre un passaggio segreto e riporta alla luce una camera rimasta integra: lo studio privato dell'imperatore Claudio. Jack e Costas capiscono che si tratta di una scoperta sensazionale: è il luogo dove l'imperatore si sarebbe ritirato alla fine della sua vita per custodire uno straordinario segreto. E così tra antiche cripte e oscuri templi, pericoli, enigmi e rivelazioni, i due studiosi intraprendono un viaggio che da Roma a Londra, dalla California a Gerusalemme, li porterà indietro nel tempo, fino all'alba della cristianità e a un misterioso documento che qualcuno vorrebbe sepolto per sempre...

Recensione


Come avrà capito chi mi segue, io adoro i libri storici/archeologici e "Il vangelo proibito" è uno di quei libri che mi ha appassionata fin da subito. Tutta la storia, inoltre, è piena di misteri e segreti e questo è decisamente pane per i miei denti :D 
L'autore riesce benissimo a far immedesimare il lettore e nonostante i vari riferimenti storici non annoia assolutamente. 


Il racconto inizia il 24 agosto del 79 d. C. con Claudio ovvero l'imperatore Tiberio Claudio Druso Nerone Germanico che tutti ritenevano morto nel 54 d. C.. Egli invece ha passato gli ultimi anni della sua vita nascosto ad Ercolano cercando di custodire un documento della massima importanza.
La storia prosegue nel periodo attuale con Jack Howard, un famoso archeologo, che si trova, dopo vent'anni, al largo del Mediterraneo a cercare nuovamente la nave leggendaria che stava portando San Paolo a Roma nel 60 d. C.. Insieme a lui c'è Costas Kazantzakis, suo amico e collega che lo accompagna durante l'immersione alla ricerca del relitto e stavolta i due saranno decisamente più fortunati. Intanto ad Ercolano, un altro collega di Jack scopre, in seguito ad una scossa di terremoto, una stanza che potrebbe essere stata il rifugio di Claudio nei suoi ultimi anni di vita. Da qui Jack partirà alla ricerca di un documento che potrebbe cambiare la storia dell'umanità.


"Il vangelo proibito" è il terzo capitolo della serie che ha per protagonista Jack Howard, ma si può benissimo leggere anche senza conoscere le storie precedenti.
Io non conoscevo affatto David Gibbins, ma dopo aver letto questo libro e aver scoperto che è un archeologo, credo proprio che in futuro acquisterò qualche altro libro da lui scritto. Anzi, se per caso avete letto qualcosa e volete darmi un consiglio fatemelo sapere ovviamente! 


Nessun commento:

Posta un commento

Sono felice che tu abbia deciso di lasciare un commento :)