Ultime Recensioni

Video sul canale

lunedì 13 agosto 2018

Recensione "Il fuoco segreto di Altea. Gli Arconti ombra" di Isabel Harper



Titolo: Il fuoco segreto di Altea. Gli Arconti ombra
Autore: Isabel Harper
Editore: Edicart
Pagine: 372
Anno: 2018










La prima cosa che ho notato non appena ho ricevuto "Il fuoco segreto di Altea" è stata senza ombra di dubbio la copertina! E' rigida con le scritte in oro, davvero molto curata considerando il prezzo modico.

Avendo letto un pò la trama avevo immaginato che la storia sarebbe stata perfetta per un pubblico più giovane, la scrittura, infatti, è semplice e la lettura scorrevole, ma nonostante tutto l'ho trovata originale e accattivante. Ad un certo punto della storia, non vedevo l'ora di scoprire come sarebbe andata a finire, ma trattandosi del primo volume di una saga ovviamente sono ancora in attesa... 
Che ve lo dico a fare, avrete capito che sono curiosissima di leggerne il seguito :D



Il protagonista è Ailan, un giovane ragazzo che vive ad Altea in un capanno in pessimo stato, a poche iarde dalla riva sabbiosa, insieme al padre, un pittore che sembra ritrarre sempre la stessa donna nei suoi dipinti, sua moglie. Lei era una sovversiva di Keola accusata di sabotaggio, cospirazione e tradimento e per di più aveva lasciato al figlio un mimure, un rarissimo esempio della famiglia degli psicoguari, una magnifica creatura capace di comunicare con il proprio padrone. Sarà proprio il mimure ad attrarre Kaspar Kayman, il segretario personale dell'unico arconte di Altea, Victor Vimperion. 
Ailan non riuscirà a capire il motivo di tanto interesse, ma cercherà di sfuggirgli in ogni modo e si ritroverà ad affrontare vari pericoli e a scoprire antichi segreti insieme alla sua amica Marill.


"Ailan prese in mano quello strano aggeggio che sembrava una via di mezzo tra un cannocchiale, un trombone e un sestante.
Lo rigirò da ogni parte, affascinato da tutti quegli ingranaggi complicati.
- Queste ruote dentate sembrano i meccanismi di un orologio. Guarda, si possono girare e cambiare di posizione. E queste levette? A cosa serviranno? -
- Mettilo giù. Non mi piace - mormorò Marill. - E non piace neanche a Zill. Vero?
Il mimure si mise a soffiare, il pelo irto sulla schiena..."


Una storia avventurosa che trasporta grandi e piccini all'interno di un mondo immaginario, popolato da creature fantastiche, che viene descritto perfettamente. All'inizio e alla fine del libro è presente anche una bellissima mappa che permette al lettore di visionare queste città nate dalla penna dell'Autore, o meglio, degli Autori. Sì, perchè Isabel Harper non è altro che uno pseudonimo che hanno deciso di utilizzare Isabella Salmoirago e Marco Rosso, due autori milanesi. 




domenica 12 agosto 2018

Novità - Kimerik Edizioni


Le ultime novità della Kimerik





di

Simona Lattarulo

ISBN: 978-88-9375-666-2
Formato: Rilegato
Genere: Narrativa
Collana: Kimera
Anno: 2018
Pagine: 170


Trama


Nel romanzo L’angelo danzante la sfida al/del linguaggio attraversa – in successive e insieme accidentate sequenze narrative – l’opacità della cronaca, la “banalità del male”, le trame relazionali dell’ordinaria avventura del vivere, le latenze e le improvvise accensioni della coscienza. E soprattutto, le occorrenze della contingenza e insieme le crucialità delle singole storie, là dove non di tipologie statistiche e di costanti sociologiche si tratta, ma di “nude vite” che chiedono al racconto di venire alla luce, compassionevole, delle parole e dunque dello sguardo di chi legge. Simona Lattarulo si sottrae ai relativi “diritti”, alla ricerca di verità affidate alle diagnosi culturali, alle criminologie seriali, al pur sacrosanto sdegno morale. Non se ne accontenta. E senza nulla omettere della miseria e della durezza della realtà, lasciando a chi legge per così dire l’onere di non sfuggire alla responsabilità di capire, di parteggiare, di discernere comunque tra chi agisce e chi subisce la violenza, fa emergere progressivamente la complessità delle relazioni, l’opacità delle scelte, l’ambiguità dei segni che lasciamo e riceviamo, per il solo fatto di vivere. Maria Grazia Fasoli






di

Tatiana Speroni

ISBN: 978-88-9375-679-2
Formato: Rilegato
Genere: Narrativa
Collana: Kimera
Anno: 2018
Pagine: 122


Trama


Una fenice che risorge dalle proprie ceneri, ecco come si presenta al lettore la protagonista di questo romanzo. Una donna, come tante, che imparerà a proprie spese come spesso a circondarla siano soltanto maschere e non volti. Una leonessa, pronta a non arrendersi di fronte alle difficoltà, ma anzi, determinata a sciogliere i nodi del destino pur di vivere il proprio amore e la propria serenità in famiglia. Nonostante le avversità, nonostante la necessità e la caparbietà nel voler costruire una fortificazione attorno a sé che la protegga da qualsiasi intrusione, Dahila sceglierà di crederci ancora, di dare una chance a quella sorte che finora l’ha vessata. E imparerà che non tutto è ciò che sembra, che per amare bisogna prima amarsi, che non si è mai consapevoli di quanta forza sia insita in se stessi fin quando avere la forza non sarà l’unica soluzione possibile e chissà… forse darà all’amore una seconda possibilità.




di

Marco Rizzo

ISBN: 978-88-9375-745-4
Formato: Rilegato
Genere: Narrativa
Collana: Kimera
Anno: 2018
Pagine: 98


Trama


Edoardo è originario di Melendugno, borgo magico nel cuore del Salento, che però ha lasciato per trasferirsi a Bologna. Qui vive assieme a sua moglie Paula, una bellissima cubana, e al figlio Ernesto, lavorando all’interno di un giornale. Quando, come tutti gli anni, torna nella casa paterna per le vacanze di Natale, si trova a dover fare i conti con la concretezza di una realtà che finora lo aveva solo sfiorato: la TAP (Trans Adriatic Pipeline), il mastodontico progetto per la realizzazione di un gasdotto in grado di trasportare gas naturale dalla regione del Mar Caspio in Europa. Il prezzo da pagare per questa infrastruttura, si rende conto essere troppo alto in termini ambientali ed affettivi: i secolari ulivi sradicati e i fondali marini attraversati da tubature minacciose. Edoardo capisce che, come uomo prima e giornalista poi, deve fare qualcosa per smuovere le coscienze. Aiutato dai due amici di sempre, Palmiro e Benito (per ironia della sorte fervido fascista il primo, acceso comunista il secondo), proverà a organizzare una forma di protesta civile capace di portare la questione agli occhi dell’opinione pubblica. Una storia pulita, di cui si sentiva il bisogno per non perdere di vista il sentimento del tempo e, soprattutto, le geografie del cuore.





di

Adele Perna

ISBN: 978-88-9375-759-1
Formato: Rilegato
Genere: Narrativa
Collana: Kimera
Anno: 2018
Pagine: 144


Trama


Flora è un’adolescente come tante, una ragazza forte e ironica. Come tutte le sue coetanee sogna l’amore vero, quello che coinvolge e sconvolge. Il sogno diventa realtà quando nella sua vita compare Marcello: un giovane inizialmente burbero e spigoloso che la travolge in un’estate di emozioni. Flora è finalmente felice, ma l’abbandono improvviso e immotivato di Marcello la ferisce così tanto da farle trovare riparo nel cibo. Inizia così una lunga lotta contro i disturbi alimentari. Purtroppo la vita riserverà a Flora molti altri dolori. La perdita prematura di entrambi i genitori la lascia infatti in uno stato di dolore insostenibile. Ma Flora non molla. Cade e si rialza cento volte, come una guerriera continua a combattere e alla fine risorge, convinta di poter trovare un giorno la felicità tanto sperata e meritata. Una storia cruda, vera, che si attacca alla pelle e ci parla del lato oscuro che è in ognuno di noi. Una storia di speranza che ci invita a non mollare mai, perché la vita ha sempre una sorpresa incredibile da regalarci, anche quando siamo convinti che sia tutto finito.


giovedì 9 agosto 2018

Recensione "Il mistero Blue Whale" di Felice Diego Licopoli



Titolo: Il mistero Blue Whale
Autore: Felice Diego Licopoli
Editore: Kimerik
Pagine: 267
Anno: 2018












Ciao ragazzi! Scusate l'assenza, ma come vi avevo anticipato sono stata in vacanza :) 
Torno oggi con la recensione di un libro molto molto interessante....

Devo dirvi la verità, io del Blue Whale non avevo mai sentito parlare, quindi non mi aspettavo assolutamente un libro che trattasse una vicenda così forte, vera e assolutamente recente. L' Autore in questo romanzo ha inserito nomi, luoghi e avvenimenti fantastici, ma il tutto fa riferimento ai suicidi avvenuti a causa dell'organizzazione criminale  che organizza il gioco "Blue Whale".



Nel prologo veniamo a conoscenza della scomparsa di una giornalista che stava indagando sul Blue Whale. Sonia Fazzoli era salita a bordo del catamarano di Vitalik Robotnik, un programmatore di origine russe. Di lei non si seppe più nulla, scomparve senza lasciare traccia. Quando Robotnik fu interrogato disse che c'era stato un incidente a bordo, ma decise di non rispondere sul nesso tra il delitto e la rete criminale che svolgeva il gioco Blue Whale.

Conosciamo poi il Signore S., un dirigente d'azienda che per problemi vari si ritrova ad entrare a far parte di una "confraternita" che si fa chiamare "I nuovi Dei", dei rivoluzionari (dei pazzi) che hanno deciso di cambiare il mondo. Il Signor S. sarà colui che invierà le regole del gioco alle due ragazzine che ci vengono presentate: Vanessa ed Alice.


Le regole del gioco:

1. Inciditi "f57" sulla mano e invia la foto al curatore
2. Alzati alle 4.20 del mattino e guarda un video dell'orrore
3. Tagliati il braccio lungo le vene per tre volte e invia la foto al curatore
4. Disegna una balena su un pezzo di carta e invia la foto al curatore
5. Se sei pronta a diventare una balena, inciditi "Yes" su una gamba. Se non lo sei, tagliati molte volte. Devi punirti.
6. Sfida misteriosa
7. Inciditi "f57" sulla mano e invia la foto al curatore
8. Scrivi #i_am_whale nel tuo status di Facebook
9. Devi superare la tua paura
10. Devi svegliarti alle 4.20 del mattino e andare sul tetto di un palazzo altissimo
11. Inciditi col rasoio una balena sulla mano e invia la foto al curatore
12. Guarda video psichedelici e dell'orrore tutto il giorno
13. Ascolta la musica che ti invia il curatore
14. Tagliati il labbro
15. Passati un ago sulla mano più volte
16. Procurati del dolore, fatti del male
17. Va sul tetto del palazzo più alto e stai sul cornicione per un pò di tempo
18. Vai su un ponte e stai sul bordo
19. Sali su una gru o almeno cerca di farlo
20. Il curatore controlla se sei affidabile
21. Un'altra sfida misteriosa
22. Abbi una conversazione con una "balena" su skype
23. Vai su un tetto e siediti sul bordo con le gambe penzoloni
24. Compito segreto
25. Abbi un incontro con una balena
26. Il curatore ti dirà la data della tua morte e dovrai accettarla
27. Alzati alle 4.20 del mattino e vai a visitare i binari di una stazione ferroviaria
28. Non parlare con nessuno per tutto il giorno
29. Fai un vocale dove dici di essere una balena
30-49. Ogni giorno svegliati alle 4.20 del mattino, guarda i video horror e ascolta la musica che il curatore ti manda, fatti un taglio al giorno e parla con una balena
50. Salta da un edificio alto. Prenditi la tua vita


Per farvi capire lo scempio di questo "gioco" ho voluto riportare tutte le regole che sono contenute all'interno del libro. Quando ho terminato questa lettura facevo fatica a parlarne, ora mi risulta più facile perchè è passato un pò di tempo ormai. 
Si tratta comunque di una storia che mi ha provocato diverse sensazioni, come angoscia e paura. Sapere che realmente esistono queste persone che si approfittano di ragazzi adolescenti manipolandoli e condizionandoli mi fa veramente schifo (permettetemi la parola). Per capire meglio il tutto sono andata anche a vedere un video delle Iene che è stato trasmesso in tv e sono rimasta senza parole. Non mi dilungo oltre, avrete ormai capito che sicuramente il libro mi è piaciuto, soprattutto perchè mi ha permesso di conoscere qualcosa che ignoravo, ma è senz'altro una storia brutale se ci si immedesima troppo.