Ultime Recensioni

Video sul canale

mercoledì 5 dicembre 2018

Segnalazione "Vali ogni rischio" di Giovanna Roma


Il nuovo romanzo di Giovanna Roma


"Vali ogni rischio"

Titolo: Vali ogni rischio
Autore: Giovanna Roma
Editore: self-publishing
Genere: war romance

Data di pubblicazione: 24 ottobre 2018


Trama


La notte in cui il Comandante dell’esercito è entrato in teatro, io ero su quel palco.
La più giovane tra le ballerine classiche, la più testarda tra le ragazze che lui avesse mai incontrato. La famiglia per la quale versava sangue era la finanziatrice della Compagnia, la stessa che decideva il nostro futuro. Ho fatto di tutto per coronare il mio sogno, spingendomi persino a stringere un accordo con quel vizioso di Stefàn Nazir.
Sono stata ingenua, lo ammetto. Avrei dovuto prestare più attenzione alla sua arroganza e meno all’oceano degli occhi. Ben presto il suo nome ha provocato un nodo allo stomaco e i colibrì in petto. Ora è impossibile prevedere le conseguenze.
Mi aveva avvertita di non conoscere sconfitta e io gli ho giurato battaglia. Nascondo più di quanto crede, e non mi fermerò finché non avrò raggiunto lo scopo.



Un accordo violato.
Una prigionia cospirata.
Una guerra imminente.
Quale sarà la sua prossima mossa?



Biografia Autrice




Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, storico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi "La mia vendetta con te", il suo sequel "Il Siberiano", lo storico "Il patto del marchese", la serie dark "Deceptive Hunters" e il forbidden "Il colore del caos".






lunedì 3 dicembre 2018

Recensione "Io sono libero" di Francesco Barbi



Titolo: Io sono libero
Autore: Francesco Barbi
Editore: La Corte
Pagine: 314
Anno: 2018











La copertina di "Io sono libero" mi aveva già conquistato e dopo averlo letto sono rimasta completamente entusiasta tanto da avergli assegnato cinque stelline su cinque. Non conoscevo l'Autore, che ha già scritto altri due libri, l'acchiapparatti e il burattinaio, ed ora sono molto curiosa di leggere anche i suoi precedenti lavori che ho già provveduto ad inserire in wishlist.

Comunque, tornando a noi, Io sono libero è un libro difficile da inquadrare dal punto di vista del genere, diciamo che si tratta di un misto tra il tragicomico e il pulp o almeno queste sono le caratteristiche che spiccano maggiormente. L'ho amato fin dall'inizio, quando ci vengono presentati i protagonisti di questa storia in modo del tutto originale, infatti, ognuno di loro non presenta se stesso, ma un altro dei suo amici/compagni di sventura/avventura.

Ed ecco chi sono i nostri personaggi:

Libero ...Lavora tre sere la settimana all'Irish Pub e fa il PR al Kama. L'università se la paga da solo, e anche la macchina se l'è comprata coi suoi soldi. La Uno Fire rossa. La mitica Uno Fire Rossa.

Geronimo ...Un tipo assurdo, un misto tra un raver e un rastafari. Un bel tipino però. Si presenta e mi fa: l'uomo è un io che non può stare senza un tu. Io sono un io che stasera non può stare senza te.

Sara ...Scarponcini neri, maglietta scura dei Sex Pistols, gonna jeans corta ma non troppo, orecchino al naso....Pure lei ha fatto lo scientifico, però a Cascina, e ora fa l'università, va in giro con una Ka viola...

Gigio ...è un finocchio, 'un ce n'è... E lui è sempre tutto 'n paranoia, tutto ammodino, sempre a menalla di non fà cazzate perchè si caca sotto a fà quarsiasi cosa...

Il Ghigna ...in realtà si chiama Tiziano...Sta in affitto nelle peggio camere per studenti finchè non lo buttano fuori, e più o meno tira avanti spacciando fumo, coca e pasticche...ora, cazzo, ha preso la tangente, è fuori di testa...


Ho pensato subito "Tutti dei tipi molto interessanti..." e in effetti così è stato, ma mai potevo immaginare le risate dovute alle cose allucinanti che sarei andata a leggere :D
Tutto ha inizio la notte prima del giorno di Pasqua, quando Geronimo, Libero, Gigio e Il Ghigna sono in macchina per andare al Kama. Libero guida tutto concentrato, Geronimo balla a occhi chiusi tutto contento perchè Tiziano ha portato un sacchetto di pasticche, Gigio guarda fuori dal finestrino e il Ghigna inizia a tirare coca. Quando vengono fermati ad un posto di blocco, sapendo che sarebbero stati perquisiti, devono far sparire tutto e quindi cosa decidono di fare? Ovvio, buttano giù quattro pasticche ciascuno, tranne Gigio che a fatica lo costringono a prenderne tre. Riescono così a passare indenni, ma ben presto inizierà per loro una nottata da incubo.


...Sto andando via di testa, puttana schifa. Prende un respiro profondo, gli occhi gli partono in su. Il caldo gli esplode in testa, gli manca l'aria. Buio, capogiro.
Focalizza di nuovo lo sguardo. Sul bancone c'è la bevuta del frocetto. Ne prende una bella gozzata.
Lo volevi il grande colpo?
Eccotelo.

Il tutto è ambientato a Pisa sul finire degli anni '90 e gli eventi si verificano in luoghi famosi a quei tempi, a me personalmente sconosciuti, ma sicuramente noti a tutti coloro che si trovano in quelle zone. 



La lettura di questo libro è sicuramente molto scorrevole, il susseguirsi di vicende cattura il lettore che vuole assolutamente scoprire cos'altro succederà e come andrà a finire questa storia. I temi affrontanti sono senza ombra di dubbio molto forti, si parla di droga, in particolar modo, e lo si fa in maniera divertente per coinvolgere proprio i ragazzi a cui questo libro è rivolto, ma, nonostante ciò, al di sotto della facciata comica ci sono diversi messaggi che l'Autore vuole trasmettere, semplici da cogliere.
Ultima cosa molto interessante è la musica, anch'essa, infatti, ha un ruolo centrale, è sempre presente all'interno di ogni capitolo e alla fine del libro viene riportata l'intera playlist dove per ogni canzone è segnata la pagina di riferimento.

Vi lascio con una delle frasi che più mi ha colpito e che credo
 racchiuda il significato del titolo di questo libro

..."Siamo tutti prigionieri, chi più chi meno. Siamo prigionieri delle aspettative, dei sogni, delle segate mentali che gli altri hanno messo su di noi. Siamo marchiati dalla nostra storia."...



domenica 2 dicembre 2018

Book Challenge 2018: 12° Tema (Dicembre)


Ed eccoci arrivati al nostro ultimo mese insieme!

Il tema anche questa volta è molto semplice

e i punti da seguire anche :D


White Christmas!



I punti da seguire sono:



1 PUNTO: leggere un libro con la neve in copertina


2 PUNTI: leggere un libro con la parola "Natale" nel titolo (va bene anche in inglese)


3 PUNTI: leggere "Canto di Natale" di Charles Dickens o Piccole Donne di Louisa May Alcott oppure Lettere da Babbo Natale di Tolkien 


Fatevi sotto e buone letture

ci aggiorniamo alla fine del mese :)