venerdì 10 luglio 2015

Recensione "Il ladro di note"

Il ladro di note


Autori: Tiziana Pedone e Carlo Angelo Tosi

Editore: Edizioni Creativa

Anno: 2014

Pagine: 270



Il ladro di note” è un romanzo noir scritto da Tiziana Pedone e Carlo Angelo TosiI due autori, senza mai incontrarsi, hanno iniziato a scrivere la loro opera, parlando soltanto via mail; hanno deciso di vedersi soltanto al termine del loro libro.

Tiziana è una scrittrice di racconti e romanzi di generi diversi che vive a Milano, mentre Angelo è un blogger oltre che un compositore e un musicista. Dalla loro passione è nata questa fantastica opera in cui hanno deciso di rendere protagonisti tutti i personaggi, infatti ognuno narra la sua storia in prima persona.

Il romanzo inizia con la bellissima Irene che ricorda quando da bambina studiava i Fenici con suo padre, il padre che tanto ha amato e idealizzato e che gli viene vagamente ricordato da Luca, l’uomo con il quale si ritroverà ad avere un figlio.

Irene lavora come escort presso il Senzafine Blue; dopo essere stata tradita dall’uomo che amava, ha infatti deciso di vendere il proprio corpo. Tra i diversi uomini che si trova a frequentare, uno di loro cercherà di possederla con la forza, ma fortunatamente sarà ucciso da un misterioso uomo che sembra voler aiutare Irene. Da quel giorno la ragazza ha uno strano presentimento.
Al Senzafine Blue Irene conosce anche Luca, un musicista e compositore di tutti i generi, famoso per la sua bravura, ma ossessionato a tal punto dalle sue note musicali che la musica è diventata per lui una persecuzione, soprattutto in seguito alla morte della moglie Lucille. L’unico che riesce a comprenderlo è il suo agente nonché migliore amico, Paul, che finirà con l’innamorarsi della migliore amica di Irene.
Tra coloro che chiederanno aiuto a Luca c’è anche Aldo, un musicista sposato con dei figli. Tutti gli amici hanno sempre considerato la sua come una famiglia modello ma Aldo sembra nascondere qualcosa. Il suo amico Tuba se ne accorgerà e inizierà a tenerlo d’occhio e la moglie sarà costretta ad assumere un investigatore privato.
 La storia narrata è davvero originale, in particolar modo grazie alla decisione degli autori di far parlare tutti i personaggi in prima persona. Inoltre, la lettura è scorrevole e coinvolgente, fino alla fine del romanzo, infatti, risulta molto difficile comprendere chi è il misterioso uomo dagli occhi di ghiaccio.  

Nessun commento:

Posta un commento

Sono felice che tu abbia deciso di lasciare un commento :)