lunedì 13 luglio 2015

Il fu Mattia Pascal

Luigi Pirandello

Il fu Mattia Pascal


Autore: Luigi Pirandello
Biografia: Pietro Seddio
Introduzione: Clelia Impicciatore
Note critiche: Viviana Cardone e Tiziana Di Gravina
Editore: MonteCovello
Anno: 2015
Pagine: 304



Trama
Nel piccolo paesino di Miragno vive Mattia Pascal con la madre e il fratello, dopo aver perso il padre in giovane età. La famiglia Pascal, da sempre benestante, si trova così in una difficile situazione economica a causa del loro avido amministratore Malagna. I problemi di Mattia, tuttavia, sono solo all’inizio; infatti, si innamora di Romilda, nipote di Malagna, e dopo averla messa incinta è costretto a sposarla e a vivere tra il disprezzo della suocera e il rifiuto della moglie. Tutto cambia quando Mattia scappa a Montecarlo dove vince un’ingente somma di denaro con la quale pensa di iniziare una nuova vita. L’occasione gli si presenta su un piatto d’argento quando legge su un giornale la notizia della sua morte; Mattia cambia identità, assume il nome di Adriano Meis e inizia a viaggiare di città in città. Stabilitosi infine a Roma si rende conto dei problemi causatogli dalla sua non-identità e inscena la sua seconda morte per tornare a Miragno e rivestire i panni di Mattia Pascal. Qui viene a conoscenza del nuovo matrimonio della moglie e non volendo rovinare la famiglia, si chiude nella biblioteca a lavorare con Don Eligio e a scrivere il suo libro.

Nessun commento:

Posta un commento

Sono felice che tu abbia deciso di lasciare un commento :)