Ultime Recensioni

Video sul canale

domenica 26 novembre 2017

Recensione "Fuori da un evidente destino" di Giorgio Faletti

Titolo: Fuori da un evidente destino
Autore: Giorgio Faletti
Editore: Baldini & Castoldi
Pagine: 495
Anno: 2007


Trama


Il passato è il posto più difficile a cui tornare. Jim Mackenzie, pilota di elicotteri per metà indiano, lo impara a sue spese quando si ritrova dopo parecchi anni nell'immobile città ai margini della riserva Navajo in cui ha trascorso l'adolescenza e da cui ha sempre desiderato fuggire con tutte le sue forze. Jim è costretto a districarsi tra conti in sospeso e parole mai dette, fra uomini e donne che credeva di aver dimenticato e presenze che sperava cancellate dal tempo. E soprattutto è costretto a confrontarsi con la persona che più ha sfuggito per tutta la vita: se stesso. Ma il coraggio antico degli avi è ancora vivo ed è un'eredità che non si può ignorare quando si percorre la stessa terra. Nel momento in cui una catena di innaturali omicidi sconvolgerà la sua esistenza e quella della tranquilla cittadella dell'Arizona, Jim si renderà conto che è impossibile negare la propria natura quando un passato scomodo e oscuro torna per esigere il suo tributo di sangue.

Recensione


Dopo aver letto, tempo fa, "Io uccido" mi ripromettevo sempre di leggere altri libri di Giorgio Faletti perchè quel romanzo mi era piaciuto davvero tanto. Per cui, ultimamente, quando c'è stata una super promo su libraccio e ho fatto un mega ordine (che trovate nei miei video su youtube), ho preso anche tre libri di Faletti tra cui "Fuori da un evidente destino". Volevo leggerli in ordine di pubblicazione, ma per sbaglio ho letto prima questo invece di "Niente di vero tranne gli occhi" e ormai amen. 

"Fuori da un evidente destino" è un romanzo che ho trovato meno attuale di Io uccido, ma che mi ha ugualmente rapita e trasportata nel mondo dei Navajo. All'inizio forse non mi stava convincendo 
perchè lo vedevo improntato su qualcosa di poco interessante per me, ma dopo le prime pagine e non appena inizia il misterioso caso da risolvere, la storia si fa sempre più appassionante ed è difficile fermare la lettura. Mi sono trovata, infatti, per ben due giorni a dover interromperla, una volta per un impegno e un'altra perchè era notte fonda e in entrambi i casi ho fatto davvero fatica.



Il protagonista è Jim Mackenzie, un uomo che si distingue per i suoi occhi di due colori diversi che stanno a testimoniare il suo sangue misto. Jim è per metà indiano, ma ancora non conosce le sue profonde origini. La sua passione per gli elicotteri lo ha portato a trasferirsi in una grande città, ma adesso il destino lo riporta nel suo paese natio, Flagstaff. Qui si troverà a fare i conti con il suo passato, un amico tradito, una ragazza abbandonata, le sue origini respinte, ma il tutto inizierà con l'enigmatica morte di un uomo che viene da lui ritrovato. Seguiranno altri omicidi tutte con le stesse caratteristiche che metteranno in crisi gli investigatori. Jim sarà presente in tutte le scene del delitto senza capirne il motivo. 



Ho visto diverse recensione negative su questo romanzo e credo proprio che molte persone si siano fermate all'inizio del libro senza dargli nessuna possibilità. Io vi consiglio assolutamente di andare avanti nella lettura, di non bloccarvi ai primi capitoli perchè scoprirete una storia, a mio parere, molto appassionante con personaggi ben caratterizzati e piena di suspance. 





4 commenti:

  1. Ciao! Non ho mai letto nulla di Faletti, ma da come ne parli penso che gli darò una possibilità in futuro. Ottima recensione, un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao grazie! Si devi leggere assolutamente qualcosa di Faletti! :D

      Elimina
  2. Devo ancora leggerlo, è l'unico di Faletti che mi manca! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora lo devi leggere per forza non puoi tralasciarlo xD

      Elimina

Commentando con un account Blogger o Google+ viene inserito il link al proprio profilo