sabato 12 agosto 2017

Recensione "Verso l'isola" di Giuseppe Pagano

Titolo: Verso l'isola
Autore: Giuseppe Pagano
Editore: Kimerik
Anno: 2017
Pagine: 148


Trama


Questo è il seguito de La Baia di Odisseo, dopo la deportazione a Costantinopoli di ottomila abitanti di Lipari da parte del pirata ottomano Ariadeno Barbarossa.

Recensione


"Verso l'isola" è un romanzo di Giuseppe Pagano edito dalla casa editrice Kimerik. Si tratta del seguito de La Baia di Odisseo, ma purtroppo io non ho avuto il piacere di leggerlo essendomi stato inviato solo il secondo volume. 

Come ben sa chi mi segue, io odio leggere le cose a metà, ho quindi sperato di poter comprendere la storia anche senza aver letto il primo libro. Nel complesso così è stato, da alcuni riferimenti si può ben capire cosa sia successo nel volume precedente, ma se ne avete l'opportunità io vi consiglio di leggere anche La Baia di Odisseo. Trattandosi, dunque, del seguito di una storia mi sarà parecchio difficile recensirvi il libro senza svelare troppo, per cui vi dico fin da subito di non continuare a leggere se avete intenzione di iniziare dal primo volume.

🚢 🚢 🚢

Joe, il protagonista della storia, si trova prigioniero nella stiva di una nave insieme al suo amico Daniel. Lo stanno conducendo a Costantinopoli da Barbarossa dove diventerà uno schiavo insieme agli altri prigionieri. Iniziano così duri giorni per Joe, incatenato sotto il sole cocente a spaccare pietre e ricevere frustate, ma lui non si arrenderà e cercherà in tutti i modi di fuggire. Ci riuscirà con l'aiuto di un suo compagno di cella, ma scappare non sarà così semplice e Joe dovrà affrontare altre sfide per salvare se stesso e per arrivare a salvare Paula, la donna che ha conquistato il suo cuore.

La lettura del libro è scorrevole e piacevole; è una storia di avventura per ragazzi perfetta da leggere in questo periodo sotto l'ombrellone o magari in viaggio. Se leggerete anche La Baia di Odisseo potrete capire tutto alla perfezione, dato che vengono nominati personaggi di cui si è parlato precedentemente. 

Nessun commento:

Posta un commento

Sono felice che tu abbia deciso di lasciare un commento :)